Test d'espulsione di un palloncino rettale

  

COS'E' IL TEST DI ESPULSIONE DI UN PALLONCINO RETTALE?

 

Si tratta di un esame diagnostico di tipo funzionale che consente lo studio della motiltà rettale e dei riflessi che conducono all'evacuazione. 

Per capire il razionale di questo esame va fatta una premessa.

Con esso è anche possibile valutare la gravità di una stipsi terminale.   

 

COME AVVIENE L'EVACUAZIONE? 

 

Normalmente le feci stazionano nel colon-discendente-sigma e solo in prossmità dell'evacuazione scendono in ampolla rettale.

Una volta giunte a questo livello stimolano i recettori quì presenti ed evocano una serie di meccanismi riflessi che portano all'espulsione delle feci.

Questi riflessi portano infatti ad un rilassamento del muscolo puborettale che consente l'avvicinamento delle feci al canale, il muscolo sfintere anale esterno si contrae, nella mucosa del canale anale viene discriminato il tipo di lateriale (gas? feci solide' feci liquide?) e in rapporto alle condizioni sociali viene deciso quale sarà il passaggio successivo.

Infatti, una ulteriore contrazione del muscolo sfintere anale esterno riporta le feci in ampolla rettale posticièando l'evacuazione se non si è nella condizione di evacuare mentre un suo rilassamento con ponzamento porta all'espulsione delle feci. 

 

COME AVVIENE L'ESAME?

 

IL razionale di questo esame è quello di riprodurre i meccanismi dell'evacuazione valutandone la loro efficacia.

Si introduce quindi in ampolla rettale un palloncino che viene gonfiato con 50ml di acqua cercando di evocare lo stimolo alla defecazione.

Alcuni autori (Lestar B. e coll.) hanno modificato tale tecnica aumentando progressivamente il volume introdotto nella sonda in ampolla fino all'evocazione del desiderio di evacuare.

Altre volte sono stati applicati alla sonda dei pesi con aumento progressivo del loro valore fino al momento dell'espulsione con valutazione della trazione necessaria per l'eliminazione del palloncino.

In risposta al riempimento ci si aspetta che avvenga ua serie di attività muscolari, volontarie o evocate, che conducono in sintesi all'espulsione corretta del palloncino.

In caso di stipsi di tipo terminale (dischezia) questi riflessi non avvengono nei modi e tempi previsti.

Va detto comunque che anche alcuni soggetti normali non sono in grado di espellere la sonda. 

Una manometria anorettale sarà  in grado di evidenziare meglio quali sono i muscoli interessati dal deficit e si potrà quindi procedere al trattamento più idoneo. 


Richiedi una visita

Seleziona la sede più vicina a te

© 2012 - Dr. Luca Passarella P.Iva 02628790277 | Privacy | Mappa | Credits