Condilomi anali

Attenzione!

" Le informazioni presenti in questa pagina non sostituiscono
in alcun modo un consulto medico specialistico "

Cosa sono i condilomi anali

 

I condilomi sono vegetazioni epiteliali benigne causate da una infezione virale: il papillomavirus (HPV = human papilloma virus) del gruppo dei Papovavirus del tipo 6 o 11.

Si parla di condilomi acuminati quando la lesione è rilevata.

Possono essere localizzati nella regione genitale, peri- ed endoanale.

In rari casi possono localizzarsi anche nella mucosa orale.

 

Chi colpisce la condilomatosi anale?  


L'incidenza della condilomatosi è in progressivo e costante aumento.

Negli Stati Uniti si segnalano tre milioni di nuovi casi all'anno.

Il picco di incidenza si ha nell'età compresa tra i 20 e i 24 anni.

La localizzazione delle lesioni è esclusivamente nell'epitelio malpighiano e pertanto possono essere riscontrati nella cute vicino all'orifizio anale e nel canale anale inferiore.

Per questo motivo quando si è in presenza di una condilomatosi perianale va sempre eseguita una anoscopia per ecludere o confermare la presenza di analoghe manifestazioni a livello endoanale.

La trasmissione per via sessuale è accertata anche se incostante.

Altre vie di trasmissione sono la frequentazione di bagni non igienizzati, saune, piscine o l'utilizzo di salviette non personali. 

Frequentemente compaiono in coincidenza di gravidanza e stati di immunodepressione.

 

Immagini ad alto contenuto esplicito
 
 

 

Sintomi dei condilomi anali

 

I sintomi più frequenti sono inizialmee aspecifici:

  • il prurito,
  • un modesto sanguinamento,
  • una sensazione di tumefazione e disagio anale con senso di corpo estraneo.

 

Ad insospettire il paziente è la comparsa di piccole neoformazioni cutanee vicino all'ano.

Queste hanno l'aspetto di piccole irregolarità della cute che posono essere come inizialmente piccoli foruncoli, prima numericamente scarsi poi più numerosi.

Il sospetto di diagnosi viene posto con la visita proctologica ma la conferma è solo istologica.

Una volta accertata la patologia va eseguita una visita anche ai partner sessuali e raccomandato l'utilizzo personale dei servizi igienici e delle salviette utilizzate per asciugarsi fino a completa guarigione.


Trattamento dei condilomi anali

 

Il trattamento medico consiste nell'applicazione locale di podofillina e acido tricloroacetico.

Generalmente però il trattamento delle lesioni con il bisturi elettrico è più efficace e definitivo.

Dopo il trattamento chirurgico vanno eseguite delle visite di controllo a uno, tre e sei mesi per escludere la ricomparsa delle lesioni originate da particelle virali non ancora espresse in superficie al momento dell'intervento.

In alcuni casi è necessario somministrare farmaci immunomodulanti.

In considerazione della frequente trasmissione per via sessuale della condilomatosi è consigliabile eseguire nei pazienti che ne sono affetti uno studio sierologico che escluda altre malattie sessualmente trasmissibili: HIV, epatite, sifilide.

 


In rari casi la condilomatosi può evolvere verso la condilomatosi gigante o tumore di Busche o verso il carcinoma verrucoso.

 

 


Queste gravi patologie devono essere trattate a parte con una attenta sorveglianza clinica per la loro potenziale o caratteristica malignità.

 

Immagini ad alto contenuto esplicito


Richiedi una visita

Seleziona la sede più vicina a te

© 2012 - Dr. Luca Passarella P.Iva 02628790277 | Privacy | Mappa | Credits