Come si manifesta la malattia di Verneuil?

Come abbiamo visto, inizialmente la patologia si manifesta con la comparsa di uno o più noduli sotto lo strato dermico, in profondità, di forma allungata, da cui può fuoriuscire materiale sieropurulento, talora sanguinolento, inodore che una volta svuotato lascia un indurimento persistente della cute e del tessuto sottocutaneo.

 

Generalmente sono presenti due o più noduli che comunicano tra di loro attraverso tragitti serpiginosi, vere e proprie gallerie che si aprono in superficie con orifizi cutanei.

 

L’esito di questi fenomeni infiammatori sono cicatrici o cheloidi con colorazione cutanea diversa a seconda degli stadi della malattia.

 

L’estensione della malattia può coinvolgere tutta la regione inguinale, perineale, interglutea e coccigea.

 

Nel versante anteriore può interessare anche lo scroto, le grandi labbra e il pube.

 

Si può essere indirizzati alla diagnosi di malattia di Verneuil se coesistono localizzazioni a distanza, sia pregresse sia simultanee, che interessino il volto, la nuca, la regione retroauricolare o le ascelle. Più raramente è interessato anche il capezzolo.

L’andamento è purtroppo cronico, recidivante, al punto da diventare ossessionante per il paziente che si trova costretto a ripetuti trattamenti comunque non sempre risolutivi e con ripercussioni anche psicologiche importanti.

 

Continua a leggere 


 

" Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie ├Ę sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista. "


Richiedi una visita

Seleziona la sede più vicina a te

© 2012 - Dr. Luca Passarella P.Iva 02628790277 | Privacy | Mappa | Credits